Palle di Mozart schiacciate dalla pandemia

Insieme alla torta Sacher sono il souvenir gastronomico per eccellenza per chi torna da una vacanza in Austria: eppure i cioccolatini ‘Mozartkugeln’, le famose ‘Palle di Mozart’, sono a rischio, almeno nella loro versione originale. Il più famoso produttore dei tradizionali cioccolatini austriaci ha dichiarato bancarotta dopo il colpo di grazia inferto dalla pandemia. Nei confronti della Mirabell, l’azienda produttrice delle ‘Echte Salzburger Mozartkugeln’,  stata aperta una procedura di fallimento dal tribunale regionale di Salisburgo.

Il produttore Mirabell ora teme per la sua esistenza: oltre a numerosi altri dolci e specialità, l’azienda di Salisburgo produce il ‘Real Salzburg Mozartkugel’ esclusivamente per l’azienda statunitense Mondelez.

Le ‘Mozartkugeln’ sono una palla di marzapane al pistacchio ricoperta di crema gianduia che in seguito viene infilzata con un bastoncino di legno e immersa nel cioccolato fondente per la copertura. La piccola sfera viene confezionata in una lamina color oro con un ritratto del compositore Wolfgang Amadeus Mozart, nato a Salisburgo nel 1756. In Austria ci sono altri produttori di ‘Mozartkugeln’ ma quelli con la lamina dorata e rossa della Mirabell molto probabilmente sono destinati a sparire dagli scaffali di supermercati e negozi.