Metti il virus alla porta con il Grabby food

Arriva nel periodo dello smart working, in cui salotti, cucine e camere da letto sono state trasformate in postazioni virtuali, il “Grabby food”, metodo alimentare a base di alimenti vegetali per tenersi in forma anche durante queste settimane di immobilità forzata per il coronavirus.

Il nuovo trend alimentare, utile a combattere lo stress da quarantena, deriva dall’inglese “grab” (“afferrare”, in questo caso da un piatto o da una ciotola). Consiste nei preparare ricette healthy la sera o di consumarle durante le pause dallo smart working per aiutare a mantenere un equilibrio da un punto di vista tanto fisico ed energetico quanto psicologico. L’obiettivo è infatti evitare di cedere alle ‘facili lusinghe del junk food’ in questi giorni in cui è vietato muoversi oltre i duecento metri dalla propria abitazione.

Il ‘menu’ consigliato dagli healthy food specialist è l’integrazione di alimenti tutti vegetali che vanno – come suggerisce ad esempio la healthy food specialist e free from chef Paola Di Giambattista – “dalla banana all’avocado per arrivare al pistacchio, ai cannellini fino al cacao, cavolfiore e carote, tutti da utilizzare con ricette ad hoc ‘a zero sensi di colpa’” come la ricetta banana fondente e pistacchio o quella di carote glassate. Sono segnalate inoltre ricette come brownies ai cannellini, fette di cavolfiore arrostito con fonduta, avocado buddha bowl, dip per tacos, verdure essiccate, gallette, triangolini di legumi, panelle, smoothie energetico