Match Analysis tra Italia e Portogallo

Si sono svolti tra Coverciano, Bologna e Roma i nuovi corsi per il conseguimento della certificazione di Video Analista. Mentre a Firenze, nel quartier generale del calcio azzurro Maurizio Viscidi coordina oltre alle Nazionali giovanili anche il primo corso ufficiale, nella Capitale Gianvito Piglionica (Presidente dell’Associazione Italiana degli Allenatori di Calcio a Roma) organizza in collaborazione con l’Università degli Studi di Tor Vergata il corso “Performance & Tactical Analysis”. Si riconoscono anche 5 crediti formativi per gli studenti iscritti alla facoltà di Scienze motorie. In caso di esito positivo si ottiene la certificazione di Match-Analyst e l’iscrizione in un apposito elenco, con la segnalazione a tutti i club professionistici di Italia e Portogallo. Alcuni corsisti hanno poi trovato lavoro in importanti società di calcio.

Piglionica, allenatore professionista UEFA A ed esperto di sistemi informativi, è anche il Responsabile VideObserver Italia ed è stato il video analista di Dario Marcolin a Catania lo scorso anno. La sua è una passione ma anche un lavoro. Si dedica con attenzione alla formazione dei nuovi video-analisti, sta sviluppando un progetto di lavoro sulla Lega Pro ed è scrupoloso nei particolari, prestando la massima cura e disponibilità nell’organizzazione dei corsi. Ma cosa è la Match-Analysis e a che serve? La Match Analysis è – letteralmente – l’analisi quantitativa e qualitativa della gara. Serve ad analizzare una partita sotto ogni punto di vista (passaggi, tiri, contrasti ecc.: analisi quantitativa; fase difensiva, offensiva ecc.: analisi qualitativa). Non si usa solo nel calcio, ma anche nel Futsal (Calcio a 5), Pallamano, Basket e altro ancora.

Cos’è VideObserver? VideObserver è un’azienda con sede a Lisbona che produce un software e fa del Sistema di Osservazione e dell’integrazione pratica e sapiente di analisi quantitative e qualitative il suo marchio di fabbrica. In realtà VideObserver dispone di ben 3 programmi integrati: Cloud (permette una preparazione funzionale alla gara), VO Editor (per l’analisi post-gara lavorando sul video della partita) e SmartCoach (per l’analisi della gara in tempo reale). Più in generale, un software di riferimento permette l’inserimento dei dati (squadre e giocatori), l’analisi quantitativa (tags individuali) degli eventi della gara (passaggi tiri ecc.) e la creazione di un Sistema di Osservazione personalizzato (analisi qualitativa relativa ad azioni collettive).

In che consiste l’attività di Video-Analista e come si struttura un lavoro di Match-Analysis nel calcio? L’analista video svolge una funzione di supporto rispetto all’allenatore e prepara il suo lavoro in base alle indicazioni e direttive di quest’ultimo. Non è un tattico: è sempre l’allenatore che decide cosa mostrare ai propri calciatori. Cosa produce? Dipende dall’obiettivo che gli indica l’allenatore. Lui in sostanza si occupa di: effettuare un’analisi video con inserimento di tags quantitativi e qualitativi; salvataggio dati e sincronizzazione con il server; creazione di clip (spezzoni di video) e screenshot (scatti fotografici) da inserire in playlist (montaggio di clip dedicate) in relazione al proprio sistema di osservazione; creazione di report con descrizione della squadra di riferimento, fasi di gioco qualitative, informazioni e statistiche quantitative e individuali e altro ancora. Questo è il compito specifico dell’analista del calcio.

Quali sono gli sviluppi possibili e le nuove applicazioni? Molteplici. Per esempio: pool di analisti con un capo analista; analisi non solo delle gare ma anche delle sedute di allenamento; integrazione con altri sistemi di rilevazione; lavori su singoli calciatori. Enrico “Billy” Allavena è da questa estate il nuovo Match-Analyst della Lazio. Dopo quattro anni di lavoro con il Napoli ha sostituito Jesse Fioranelli, che ha prestato il suo servizio a Pioli e prima di lui a Petković, il quale lo aveva conosciuto in Turchia quando era al Samsunspor Kulübü. Ora è alla Roma insieme a Simone Beccaccioli, che non ama definirsi “tattico” e continua da anni a fare il suo lavoro a Trigoria vicino a Sabatini, Rudi Garcia e Bompard (il vice-allenatore). Già analista della Nazionale Italiana, della Roma di Ranieri, Montella, Luis Enrique, Zeman e Andreazzoli. Comincia a muoversi pure il mercato dei Video Analisti?