Quando il ristorante è Cosa Nostra

Due ristoranti in zona Pantheon al centro di Roma, ‘Er faciolaro’ e ‘La rotonda’, sono stati sequestrati oggi dalla Direzione investigativa antimafia. Un imprenditore calabrese, Salvatore Lania, 47 anni, è stato arrestato. L’uomo è ritenuto responsabile, in concorso con altri, “del delitto di intestazione fittizia di beni”. Il valore dei beni sequestrati ammonta a circa 10 milioni di euro. Sono in corso perquisizioni nei confronti di tutti gli indagati,compresi familiari e dipendenti dello stesso Lania.

Non finisce qui. Sono almeno 5.000 i locali della ristorazione in Italia nella mani della criminalità organizzata, che approfitta della crisi economica per penetrare in modo sempre più capillare nell’economia legale. Lo rileva Coldiretti,riferendosi al sequestro. Le agromafie fatturano in Italia 15,4 miliardi, il 10 per cento in più in un anno. La criminalità possiede anche franchising, con decine di filiali, forti dei capitali assicurati dai traffici illeciti collaterali.