Mi metto a dieta, 3D

Ieri ero a digiuno, oggi sono a dieta, domani sarò in carne…

Italian-Companies-Set-Up-3DiTaly-Chocolate-3D-Printing-Store-in-Sicily-442319-2

Ieri pensavo di essere destinato solamente ad aiutare voi uomini a vivere meglio, immagazzinando tutta l’esperienza di stampa e migliorando quindi la produzione degli oggetti. Questo perché la stampa 3d vi permette di stampare oggetti, piccoli o grandi che siano; una vite, un bullone.. qualsiasi cosa possa esservi utile o semplicemente donarvi un sorriso stampando fedelmente la vecchia collana della nonna o l’anello dei vostri sogni.. ma con materiale non commestibile!

 

4.jpg

Oggi so che invece, grazie a tutto ciò che sto imparando e continuerò ad imparare, i confini delle mie imprese sono decisamente più vasti. Le cartucce delle stampanti sono state riempite di cioccolato permettendo di creare il cioccolatino perfetto, un attimo dopo hanno dato vita a una bellissima decorazione di zucchero… in pochissimi secondi si è capito di poter andare oltre..

Domani il settore alimentare verrà rivoluzionato: nella cucina di un grande e famoso ristorante, innumerevoli e pretenziose ordinazioni non saranno un problema da gestire per le stampanti 3d. Basterà che il cuoco inserisca i modelli da stampare e in un batter d’occhio sarà tutto pronto.  Dal primo al dolce un pasto completo prodotto da macchine del tutto simili a quelle che già oggi lavorano e cuociono i cibi, ma con la possibilità di infinite personalizzazioni. Potrò migliorare per voi la stampa di qualsiasi tipo di cibo così da mantenere il gusto e la qualità a cui siete abituati… e perché no, forse anche miglioralo, del resto io sono vincolato a parametri di perfezione piuttosto stretti.

Chiamatemi pazzo visionario. Ma so per certo che gli scienziati stanno già cercando un modo per impiegarle in questo campo… e so anche che stampa dopo stampa, file dopo file, io sarò in grado di offrirvi qualcosa che prima credevate impossibile.

Siete tanti sulla terra e sarete sempre di più… arriverà un giorno in cui le risorse non basteranno come ieri, ed allora, grazie a quello che mi avete insegnato oggi ed alla stampa 3d di domani, non vi sorprenderà mangiare ‘una stampa’ né usare unintelligenza artificiale per migliorarne la qualità.