Vendite record per il prosciutto in vaschetta

Nonostante la crisi, la comodità continua ad essere una forte motivazione d’acquisto. Si spiega anche così l’impennata di vendite di prosciutto pre-affettato. Comodo da tenere in frigo o da portarsi in ufficio come alternativa al triste panino al bar. Particolarmente buoni i risultati del San Daniele. Il consorzio del centro friulano parla addirittura di record. I dati di bilancio dei primi 9 mesi registrano infatti un +18,4% delle vendite di San Daniele DOP pre-affettato in vaschetta rispetto allo stesso periodo 2013.

Questa crescita a doppia cifra – dichiara il direttore del Consorzio del Prosciutto di San Daniele, Mario Cichetti – conferma la forza del prodotto, anche nel periodo di generale calo, e sottolinea la prontezza e la capacità dei produttori sandanielesi a rispondere ai trend di consumo che vedono in salita gli acquisti di prodotti ready to eat”. Con la stessa garanzia di qualità, sottolinea il direttore, in quanto gli ingredienti rimangono gli stessi di sempre: cosce di maiali esclusivamente italiani e sale marino. Una produzione ancora totalmente artigianale, come si vede nel video realizzato da Food24 a San Daniele.

Ma il bilancio è positivo in generale. L’intero periodo gennaio-settembre 2014 registra un +10% di prosciutti venduti per un +19% di Kg affettati. Altrettanto positivi i dati export: +11,5% sullo stesso periodo del 2013, confermando tra i paesi più performanti Francia (27,5%), Usa (17,3%) e Germania (13%).

Fonte: food24.ilsole24ore