Birra o vino? Calorie e caratteristiche a confronto

Ordinare al ristorante o in pizzeria del vinopiuttosto che della birra è esclusivamente una questione di gusto personale, non c’è dubbio. Ma vi siete mai chiesti, a parità di bevande alcoliche, quali sono le differenze tra queste due bevande? Proviamo ad esaminarle così da saperne un po’ di più su ciò che abitualmente beviamo per accompagnare una buona pizza o un secondo di carne.

IL VINO
Si tratta chiaramente di una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione dell’uva e del mosto e si stima che la sua origine risalga al 3000 a.C.

Il vino oramai è prodotto in quasi tutte le nazioni anche se l’Italia ne rimane la principale con la Puglia in testa riguardo a quantità.

Di vino esistono infinite qualità: rosso, bianco, rosato, passito, liquoroso, gli spumanti e, a seconda della provenienza, dell’invecchiamento e del tipo di vinificazione il prezzo cambia notevolmente. Bisognerebbe diffidare delle bottiglie che costano meno di 8 euro però.

Quando a tavola beviamo un bicchiere di vino in realtà cosa stiamo assumendo? Se consideriamo un vino di circa 12° assumeremo l’80% di acqua, 80 calorie, 2,61 gr di grassi, 0,07 di proteine, 0,62 di zuccheri, 8 mg di calcio, 4 mg di sodio.

LA BIRRA
Si ottiene dalla fermentazione dei cereali, in particolar modo dall’orzo anche se spesso si utilizza il frumento, il mais, il riso, l’avena in Africa, la patata in Brasile, l’agave in Messico.  A differenza del vino, la patria sono le regioni nordiche ed è ancora prodotta da grandi multinazionali. La birra si divide in quattro grandi tipologie: le Ale ad alta fermentazione, le Lager a bassa fermentazione, le Lambie a fermentazione spontanea, le Stout dal gusto amaro e dal colore scuro. Ma cosa conteine un boccale medio di birra?
Acqua per il 90%, 45 calorie, 3,55 gr di carboidrati, 0,46 gr di proteine, 0,62 gr di zuccheri, 4 mg di calcio, 4 mg di sodio.

Fonte: dottorsport.info