Roma va restaurata, non nascosta

foto 1 ilresto“Se hai sei fuoriclasse, sei simboli, cavolo fai un turnover ma non li mettere in panchina tutti insieme”. Non si riferiscono a Prandelli i turisti bensì al sindaco Marino, che ha dato il via al restauro della Roma monumentale.

Si parte dalla fontana della “Dolce vita”.

 

A fine giugno c’è stata l’inaugurazione della passerella che dovrebbe consentire ai visitatori di passare al suo interno, per godersi almeno il restauro della Fontana di Trevi, sponsorizzato da Fendi.

 

A dare il via ai lavori – il cui termine è previsto nell’autunno del 2015 – il sindaco di Roma, Ignazio Marino, assieme alle star della moda tricolore.

 

foto 4 ilresto“È fondamentale coinvolgere il mecenatismo per il mantenimento e il restauro delle nostre meravigliose architetture, archeologie e opere d’arte. È quello che stiamo facendo, e credo che questo sia motivo d’orgoglio per i privati, come per la Casa Fendi che in questo caso ha investito oltre 2 milioni di euro, per il restauro, diciamolo, della Fontana più celebre del nostro pianeta”. Lo ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino che durante la cerimonia di avvio del restauro della fontana di Trevi ha lanciato una monetina al suo interno.

 

Il restauro vero e proprio del monumento, gioiello del ‘700, sarà avviato solo al termine dell’allestimento del cantiere a vista. A finanziare interamente l’intervento di recupero dell’opera è la maison di moda Fendi che ha donato a Roma capitale un contributo di 2 milioni e 180 mila di euro. I lavori verranno realizzati sotto la supervisione tecnico-scientifica della Sovrintendenza capitolina ai beni Culturali e dovrebbero durare circa un anno e mezzo. Ma non finisce qui. Sono tanti i lavori che interessano la capitale.

 

C’è il Colosseo, monumento simbolo di Roma: è in fase di restauro, anche se già alcune arcate, spogliate dalle impalcature che le hanno nascoste da novembre, iniziano a mostrarsi, riportate all’antico splendore.

E poi i Fori imperiali che si portano bene i loro 2000 anni, ma con evidenti fasciature.

IMG_5662ilresto

E la celebre scalinata della Trinità dei Monti, sulla quale i turisti impazziscono nel tentativo di farsi un “selfie” decente. Lì, da un lato, le impalcature nascondono la chiesa della Trinità dei Monti, mentre inquadrando verso il basso si scorge la celeberrima Barcaccia nascosta da un cantiere ricoperto da sponsor quasi fosse un fuoribordo da corsa.

Roma ha bisogno di essere restaurata questo sembra essere l’obiettivo principale del sindaco Marino. “Però – chiosa il turista armato di Canon – un sano turnover gioverebbe a turisti e cittadini che si vogliono godere la città eterna”.

Foto: Paolo Cipriani