Addio Berlino

Per i senza lavoro spagnoli il sogno tedesco si è dissolto. Meglio emigrare a Londra o New York. Un’inversione tendenza rilevata da una recente indagine firmata Adecco e Infoempleo. Le cui conclusioni sono tanto più sorprendenti se si considera che ancora oggi quasi il il 20% delle offerte di impiego all’estero pubblicate in Spagna riguarda proprio la Germania. Percentuale che è raddoppiata nel giro di tre anni. Eppure in cima alle preferenze dei giovani disoccupati iberici si piazzano la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Dove spesso emigrano trovando occupazioni ben qualificate e retribuite. Come conferma il fatto che più della metà (il 55,5%) di tutte le offerte di lavoro all’estero riguarda posizioni che richiedono un’elevata specializzazione (ad esempio: capo progetto, direttore commerciale, medico), mentre un misero 5% è dedicato a impiegati non qualificati.

Mattia Rosini (West)