Valle d’Aosta bandisce Ogm

La Valle d’Aosta bandisce la coltivazione di organismi geneticamente modificati. Lo prevede un disegno di legge approvato dalla Giunta regionale che modifica la normativa del 2005 che prevede la ”coesistenza tra colture transgeniche, convenzionale e biologiche”.

La scelta, ha spiegato il presidente della Regione Augusto Rollandin, deriva dalla ”forte frammentazione delle coltivazioni che rende difficile la protezione dagli Ogm delle altre colture”.