Acquisti online: segnalati sette siti per commissioni su carte di credito

Altroconsumo ha segnalato all’Antitrust sette siti di shopping online, che applicano delle commissioni (dall’1,5% al 3%) ai clienti che pagano con carta di credito o paypal. Una pratica commerciale scorretta: per legge, infatti, il beneficiario non può applicare al cliente spese aggiuntive, ma solo sconti, per l’uso di un certo strumento di pagamento.

Secondo il Codice del consumo, il prezzo finale deve essere chiaro al consumatore fin dall’inizio. Le commissioni che i siti applicano sui pagamenti con carta di credito o paypal, invece, incrementano sensibilmente il prezzo di partenza ingannando il consumatore che, in pratica, viene a conoscenza del costo totale effettivo solo alla fine del processo d’acquisto, quando sta per pagare.

I sette siti sono: clickforshop.it, marketstore.it, elettronicainofferta.it, prezzoforte.it, gcomm.it, xtronica.it, lina24.com. Le commissioni vanno dall’1,5% fino al 3%. Nel caso del sito lina24.com viene applicata una commissione aggiuntiva, rispetto al prezzo dei prodotti di 0,35 euro, a cui si aggiunge 1,55% sul totale dell’ordine.