Stai a terra, ma fai bene a cuore e reni

Cavoletti di Bruxelles, zucchine e melanzane aiutano a vivere di più: secondo uno studio pubblicato da Jama Internal Medicine, un giornale della American Medical Association, i vegetariani hanno il 12 per cento in meno di possibilità di morire rispetto alle persone che mangiano carne. La percentuale arriva addirittura al 19 per cento quando la causa del decesso sono le malattie cardiache, ma non solo, poiché i ricercatori hanno rilevato anche un minore numero di morti per insufficienza renale e diabete. Per gli esperti, i risultati dipendono probabilmente dal profilo nutrizionale delle diete vegetariane, con un tasso piu’ elevato di fibre e un basso contenuto di grassi saturi. Mangiare solo cibi vegetali invece non sembra proteggere le persone dal cancro: i tumori infatti colpiscono più o meno in uguale misura sia i vegetariani che coloro i quali mangiano carne.