Può sostituire riso, cous cous, e miglio. È ricco di potassio fosforo, magnesio, calcio e  fibre. Questo seme fa bene al sistema cardiocircolatorio, all’intestino e ai muscoli. Non è una graminacea e non contiene glutine, è quindi adatto ai celiaci. Nella composizione della quinoa sono presenti due aminoacidi essenziali, molto importanti per il buon funzionamento dell’organismo: lisina e metionina; quest’ultimo aiuta il metabolismo dell’insulina. La quinoa è particolarmente energizzante; 100 grammi apportano circa 350 calorie. Essendo un alimento molto nutriente, – sottolinea Cure Naturali – il suo consumo è consigliato soprattutto a bambini, donne in gravidanza, sportivi e convalescenti. Si presta benissimo per delle insalate fredde estive perfette da portar e con voi in spiaggia o per dei pasti davvero light.

Per farla semplice, si parte dalla seguente ricetta base. Dopo aver sciacquato abbondantemente i semi di quinoa, far bollire in acqua bollente per circa 15 minuti. Occorrono 150 ml di acqua ogni 70 grammi di quinoa (corrispondenti a una porzione).

La quinoa è cotta quando i grani si saranno gonfiati e avranno formato un piccolo germoglio bianco. A questo punto si può condire a piacimento o utilizzare per ottenere sformati e crocchette.

Dopo di che, i più raffinati possono trovare mille altre varianti (come paella alla quinoa, quinoa al limone e zenzero, insalata estiva alla quinoa) su Cambio Cuoco e Greem.it